Come Fare Autolettura?

Come Fare Autolettura?

Uno degli strumenti per scoprire se le bollette sono esatte oppure no è l’autolettura dei contatori di acqua, gas e luce.
Saper leggere le bollette permette alle famiglie e alle attività, di verificare i propri consumi. L’autolettura aiuta a calcolare i consumi reali e non basare le bollette sulle stime dei consumi degli anni precedenti.

Come effettuare l’autolettura

Per effettuare una autolettura basta comunicare al proprio fornitore il dato numerico (solo le cifre prima della virgola) indicato dal contatore. Il fornitore di solito indica in bolletta quando comunicare l’autolettura e può essere comunicata in diversi modi

Per la comunicazione dell’autolettura i vari fornitori di acqua, luce e gas danno ai clienti diverse opzioni come:

  • telefonare al Servizio Clienti del fornitore (il numero di riferimento si trova in bolletta);
  • inviare un sms al numero di riferimento che si trova in bolletta.
  • Utilizzare L’app del fornitore

Come il gestore calcola la fattura

Se non si esegue l’autolettura nel periodo indicato nelle bollette, queste ultime dovrebbero essere aggiustate automaticamente in occasione dei conguagli ( di solito ogni sei mesi ) . Le norme del settore prevedono, per esempio per i clienti con consumi fra i 500 e 5000 m3/annui (la maggior parte dei clienti che usano il gas per riscaldamento), ogni anno l’emissione di almeno sei bollette bimestrali e due letture del contatore da parte di operatori incaricati. Per le fatture emesse nei periodi intermedi fra le due letture i consumi vengono calcolati in acconto sulla base dei consumi annui storici del cliente spalmati secondo una distribuzione mensile dipendente dalla tipologia di consumo e definita dall’Autorità di settore. Alla lettura successiva da parte di un operatore viene eseguito un conguaglio dei consumi fatturati per allinearli a quelli reali.